domenica 6 novembre 2011

Di nuovo 6 novembre...


Esattamente 17 anni fa la mia città si presentava così. Anche allora era domenica, pioveva e l'esondazione del fiume Tanaro provocò una vera tragedia.
Dopo quanto è accaduto in Liguria negli ultimi giorni,  ad Alessandria è esondata la Bormida. Non è stato grave come allora, ma nel giorno dell'anniversario di quel terribile evento non possiamo fare a meno di essere tutti in ansia.  Domani le scuole rimarranno chiuse e l'umore non è sicuramente dei migliori, anche perchè le notizie danno nuovamente il Tanaro a rischio e il pensiero inevitabilmente va a quanto accaduto allora.
Non è che la polemica sulla pulizia dei letti dei fiumi, piuttosto che sull'eccessiva cementificazione serva a qualcosa, ma non posso fare a meno di chiedermi se non sarebbe il caso di cambiare atteggiamento, perchè tanto la natura fa il suo corso e si riprende sempre ciò che le viene tolto.
Infatti guardate, dopo il disastro del '94, cosa siamo stati capaci di fare, causando, tra ieri e oggi, qualcosa di molto simile ad allora.




Agosto 2007, area golenale della Bormida ad Alessandria, artificiosamente innalzata di parecchi metri con poderosi terrapieni per costruire il nuovo quartiere Alessandria 2000. Oggi il fiume in parte se la riprende e, non trovando spazio, andrà a far danni più a valle. Sono interventi come questo a determinare i disastri cui assistiamo sempre più frequentemente, ma a quanto pare non sappiamo proprio trarre lezione da nulla.
Scusate lo sfogo, ma chi ha perso la casa o come, nel caso di mio marito 17 anni fa, l'attività lavorativa, non è facile accettare tutto questo.

4 commenti:

Mery ha detto...

Ciao,
capisco il tuo sfogo perchè anche io vivo in un posto (Genova) dove i letti dei torrenti non sono tenuti come si dovrebbe e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Le polemiche non servono a nulla però se i nostri amministratori pensassero alla responsabilità che hanno e non solo alle loro importanti cariche sarebbe meglio!
Un abbraccio incrocio le dita per voi,
Mery

bilibina ha detto...

Ciao MariaGrazia, come non darti ragione.. è sotto gli occhi di tutti..quello che fa più male è che poi pagano gli innocenti..anche con la vita e questo non lo si può tollerare!
Un abbraccio, buona settimana e speriamo in bene
Carmen

Margherita ha detto...

E' vero, non impariamo mai da nulla!!! Ma quel che è peggio è che si continua sulla strada sbagliata e nessuno è mai responsabile di niente, tanto chi ci rimette sono sempre le solite persone e che importa che sia il lavoro di una vita, casa o lavoro che sia, e, nei casi peggiori, anche la vita stessa delle persone. E questo è intollerabile, ma sembra che non importi niente a nessuno ...
Un abbraccio e incrociamo le dita.
Ciao
Margherita

Annalisa ha detto...

Ciao, era da un po' che non passavo a curiosare, ma vi tenevo d'occhio, voi Alessandrine, tramite Zidora che mi aggiornava.
Le polemiche servono a poco perchè poi, appena si sarà ripulito dal fango si contineuerà esattametne come prima, semrba che tutti se ne dimentichino di queste cose, fino alla volta successiva. Purtroppo...