domenica 7 dicembre 2008

Finalmente...


Quest'anno non riuscivo a decidermi. Ogni sera al rientro a casa guardavo gli scatoloni in cantina e pensavo: "Stasera no, magari domani...o nel fine settimana."
In realtà non avevo voglia di creare l'atmosfera natalizia, non volevo circondarmi di addobbi e mi davano un po' fastidio anche le luminarie per le strade. Non è che sia improvvisamente impazzita, ho sempre amato il Natale, con tutta la sua atmosfera, da bambina e non ho smesso crescendo, anzi, è solo che questo primo Natale senza mio padre proprio non riesco a digerirlo, forse anche perchè lo scorso anno lui ha trascorso tutto il periodo delle feste in ospedale e in quel momento abbiamo preso coscienza di ciò che stava accadendo.
Insomma, se solo avessi potuto lo avrei sostituito con un altro Ferragosto!
Poi, gironzolando per i vostri blog, ho cominciato a vedere tutto quello che stavate preparando, le vostre case addobbate e tutto l'entusiasmo che si leggeva nelle vostre righe, che un pochino cominciava a contagiarmi.
Poi ieri mia mamma è stata qui da me e ha cominciato a parlarmi del suo presepio, lo stesso di quando era bambina, che in questi giorni avrebbe allestito, dell'albero di Natale e quant'altro, con una pacatezza che mi ha fatto un po' vergognare dei miei precedenti pensieri. Se lei, che ha perso il compagno di cinquant'anni di vita, riesce a essere così serena, possibile che io debba essere così scontrosa con il mondo?
Allora oggi ho finalmente portato di sopra quegli scatoloni, ho fatto il mitico albero e sistemato i miei vari addobbi per la casa, pensando che era esattamente ciò che papà avrebbe voluto che facessi. E mentre sistemavo il tutto ho sorriso alla sua fotografia sul tavolino, perchè, ovunque si trovi ora, non smetterà mai di essere con me.

13 commenti:

carmen ha detto...

Hai proprio ragione! Un lutto così grande può alienarti dal resto del mondo. Ma è proprio nell'amore per la persona perduta che dobbiamo sforzarci di trovare l'entusiasmo per vivere le nostre vite e(perchè no?) anche, per allestire un albero di Natale. Sono sicura che tuo padre stasera sia ancora più orgoglioso di te.
Baci
Carmen

laura ha detto...

mentre leggevo mi son detta(ancor prima di leggere la fine) forse il suo papa' sarebbe piu' felice se lei festeggiasse il natale come tutti!!!!! son contenta di aver letto poi quello che io ho pensatoi.il dolore e' grande e la mancanza della sua voce ,di un sorriso di un gesto e' incolmabile...ma proprio vivendo "normalmente" si scacciano via i brutti ricordi.si devono tenere a mente solo quelli belli !!!!! i genitori anche se nn ci sono piu' ci saranno sempre ,sono sempre con noi perche' noi siamo una parte di loro!!!! un sorriso anche da parte mia ......laura

Agapequilt ha detto...

Mi ha commosso la tua vergogna di passare un felice Natale, ma il tuo papà sarà più contento così

Giuliana ha detto...

la tua mamma è davvero in gamba!!!!
anch'io non avevo voglia di addobbare la casa, ma ora sono felice di averlo fatto...

Sachertorte ha detto...

Hai fatto la scelta più giusta...sei stata sempre l'orgoglio di tuo papà...e con la scelta di ascoltare tua mamma...ha reso felice anche lui! Bacioni, Nadia

mida.f3 ha detto...

Già anch'io dopo tanti anni, ne sono passati 25, sento ancora la mancanza, ma natale è natale e sono sicura che il tuo papà ora sorride perchè la sua bambina ha fatto la cosa giusta e sai lui festeggia con voi e ha te regalerà quel sorriso speciale che spetta solo a te.
Con affetto, Milena

fatagatta ha detto...

hai fatto benissimo Mariagrazia a scegliere di addobare la casa per il Natale nonostante la grande mancanza del tuo papà. E' il modo migliore per ricordarlo. E tua mamma è davvero una donna straordinaria!
Un grande abbraccio
Elena

Fran ha detto...

cara mariagrazia il tuo papà è proprio vicino a te con il pensiero e con la sua presenzainvisibile.. le feste come il natale ci fanno sentire molto di più la mancanza delle persone a noi care. un anno e mezzo fa è morto il mio nonnino e anche noi eravamo in ospedale nel periodo delle feste. lui ci teneva così tanto che la famiglia fosse tutta riunita per le feste e ora che lui non c'è più stiamo insieme e cerchiamo di mantenere le tradizione a cui lui teneva tantissimo e che ci ha trasmesso con tutto il suo amore. Ti mando un abbraccio forte. Fran

tarta ha detto...

che bel post ... pieno di sentimento
vedrai che tuo papà sarà orgoglioso di te ..... come non esserlo?
anche se pensi che i tuoi siano stati brutti pensieri ... non lo sono ... sono legittimi
ma ora rasserenati e pensa solo ai momenti di gioia ... passati presenti e futuri

marypoppins ha detto...

E' sicuramente con te!
e orgoglioso di te!
hai fatto bene a fare l'albero!
un abbraccio
Mary

Sabrina ha detto...

Ciao Nefertari innanzi tutto ti volevo ringraziare per la tua gentilezza di avermi inserito tra i blog delle amiche ma poi leggendo tra le tue pagine ho letto il post.....mi sono scese due lacrimoni.....mi sono ricordata che sei anni fa anche io ho perso l'amore della mia vita,anche lui il natale prima era all'ospedale da cui non é più uscito.Il Natale dopo mi sentivo una cretina a pensare agli addobbi e a tutto il resto.....non volevo però che la mia famiglia fosse infelice come me e allora mi sono fatta coraggio e.....il resto lo sai.Ti dico che hai fatto benissimo a fare quello che hai fatto!!!Perchè quello che provi l'ho provato anche io!!
Sii serena e ricordalo sempre con un sorriso lui sarà sempre vicino a te.Saluti Sabrina

Francesca G ha detto...

cara Mariagrazia, sono commossa e non mi vengono le parole.... ti dico però che hai fatto la cosa giusta...
un abbraccio a te e anche a tua mamma da parte mia
francesca

Nefertari ha detto...

Vorrei ringraziarvi tutte quante per l'affetto che mi avete dimostrato e per le parole di conforto che avete saputo darmi.
Vi abbraccio con amicizia.
Mariagrazia