sabato 23 ottobre 2010

Staffetta dell'amicizia.

Ringrazio Carmen per avermi passato questo simpatico testimone.






Lo scopo della staffetta è quello di conoscerci meglio e le regole da seguire sono:

a) creare un post inserendo il logo della staffetta

b) postare le otto domande indicate qui di seguito:

1) quando da piccoli vi veniva chiesto cosa volevate fare da grandi cosa rispondevate?

2) quali erano i vostri cartoni animati preferiti?

3) quali erano i vostri giochi preferiti?

4) quale èstato il vostro più bel compleanno e perchè?

5) quali sono le cose che volevate assolutamente fare e non avete ancora fatto?

6) quale è stata la vostra prima passione sportiva o non?

7) quale è stato il vostro primo idolo musicale?

8) quale è stata la cosa più bella chiesta (ed eventualmente ricevuta) a Babbo Natale, Gesù Bambino, Santa Lucia?

c) rispondere alle stesse sul proprio blog.


1) Assolutamente la maestra e non mi sono mai pentita abbastanza di non averlo fatto, seguendo il mio istinto piuttosto che la ragione.
2) Quelli della Disney: Topolino, Paperino, etc...
3) In assoluto c'erano le Barbie, subito dopo nascondino, con un gruppo nutritissimo di bambini che abitavano vicino a me.
4) Penso di poter dire che il compleanno più piacevole sia stato il sedicesimo, trascorso con le amiche del cuore, non tanto per come si svolse la giornata, quanto per l'assoluta spensieratezza con la quale fu vissuta.
5) Sicuramente viaggiare, viaggiare e ancora viaggiare. Non che non abbia visto proprio nulla, ma mai quanto avrei voluto.
6) Premetto che, dovendo praticarlo io, rifuggo lo sport come la peste, infatti non scio, non nuoto, non vado in palestra, sono un vero disatro insomma, ma, se si tratta di seguirlo, mi è sempre piaciuta ogni disciplina sportiva. La prima a cui mi sono appassionata sin da piccolissima comunque è stato il calcio: ho sempre seguito sia le partite di club che della nazionale, non me ne perdevo una, ma ultimamente questa passione mi ha decisamente abbandonata, perchè quel mondo mi ha disgustato, prima di tutto per i troppi soldi che vi circolano e poi per quello che sono diventati oggi i calciatori, delle vere signorine capricciose, convinti di potersi permettere di tutto e che tutto sia loro dovuto.
7) Da bambina adoravo letteralmente Massimo Ranieri, al punto che ho scelto di chiamare mio fratello come lui...ovviamente con la benedizione dei miei genitori.
8) In realtà il regalo più bello l'ho ricevuto quando non credevo più da un po' a Babbo Natale, ma in questo senso è stata davvero l'emozione più forte della mia vita. Avevo 14 anni e desideravo tantissimo il motorino, ma in casa mi avevano lasciato intendere che avrei fatto meglio a metterci una pietra sopra. La mattina di Natale ho trovato soto l'albero una busta decorata a mano da mia mamma, che pensavo contenesse del denaro, mentre quando l' ho aperta ho scoperto che nascondeva il libretto di circolazione del mio glorioso "Ciao" anni '70. Anche se non era stato Gesù Bambino sono quasi svenuta per lo stupore e i miei non hanno mai dimenticato la mia espressione di quel giorno.
Buon week end!

1 commento:

bilibina ha detto...

Ciao Mariagrazia! Un grande abbraccio e buona domenica!
Carmen