lunedì 14 aprile 2008

Il primo amore non si scorda mai.



Quando decisi, parliamo della preistoria, di cominciare a cimentarmi con i cosiddetti hobbies femminili, si trattò del lavoro a maglia. Avevo 6 anni (capite quindi il perchè dell'uso del passato remoto?) e mi trovavo in vacanza a Camogli, con genitori, nonni, zii, cugini e chi più ne ha più ne metta. Tutti lavoravano a maglia: mia mamma, mia nonna, le mie zie e tutto il loro entourage, per cui decisi che non potevo assolutamente essere da meno.
Mia zia mi regalò alcuni gomitoli di lana colorata e due ferri di dimensioni ridotte e tutte quante le signore si prodigarono in istruzioni e consigli di ogni genere. Evidentemente avevo parte del DNA di tutte loro, perchè imparai molto velocemente e realizzai la mia prima copertina multicolore che finì un paio d'anni dopo sulla carrozzina di mio fratello. Tengo a precisare che mia mamma in quel momento non aveva minimamente considerato l'eventualità...
Da allora ho sempre amato tantissimo lavorare ai ferri, non ho mai più smesso. Nel tempo ho realizzato maglie di ogni genere, per adulti e bimbi, ma sistematicamente cado nella nostalgia della coperta, infatti questo è solo uno dei tanti esemplari che mi sono divertita ad assemblare.
Mi diverto a recuperare gli avanzi di altri lavori, disfare le maglie vecchie e combinare i colori che andranno a formare i vari quadrati. In questo caso specifico ho rifinito ogni riquadro con un giro di maglia bassa all'uncinetto e poi li ho cuciti assieme. A onor del vero devo dire che questa è la parte un pochino più noiosa, ma a mano a mano che il lavoro progredisce anche questa parte meno "creativa" diventa gradevole. Poco alla volta posterò gli altri vari pezzi della mia preziosa collezione.






5 commenti:

zidora ha detto...

Bellissima! Ma è davvero la tua prima coperta, quella della foto? Wow! Bè, credo che i ferri siano per tutte il primo passo. Anche il mio, e ti dirò... anche quello di mia figlia che un paio d'anni fa ha voluto provare. Avevo poca lana e così ha fatto solo un rettangolo che poi io ho cucito per realizzare un abito per la Barbie.... Ne è molto orgogliosa. :-)

Apple ha detto...

lavorare ai ferri sarebbe stupendo ma nn ho nessuno che mi insegni.oggi hai postato dei lavori molto belli,complimenti.
baci apple

Sachertorte ha detto...

E' davvero un gran lavoro, di grande effetto e di enorme utilità! Eppoi la coperta fa tanto casa!!! Serena Notte! Nadia

Romy ha detto...

e tu hai creato questo gioiellino tutto da sola e, soprattutto a SOLI 6 ANNI?!?!?! sono sbalordita :-))) davvero ce l'avevi nel DNA ehehehe...
Complimentoni!!!
(e grazie per avermi linkata ^_^.... se clikki sotto l'apina nel mio blog, accederai alla gallery dei bottoni ;-).. ciaoooooo)

Romy

Nefertari ha detto...

Grazie a tutte per i complimenti, forse non mi sono spiegata bene, questa non è la coperta di quando avevo sei anni (che intendo comunque postare al più presto, più che altro per nostalgia) ma uno dei miei altri esemplari.
Ciao a tutte!